Diario di passo

Il blog di Franca Mancinelli

© foto di Francesca Perlini 

copertina Arjeta Vucaj-esordi

Arjeta Vucaj, “P.M.”

Si ricorda di quando da piccola la vestivano gli altri e lei chiudeva gli occhi, teneva la stoffa delle maniche con le dita finché la sua testa non usciva dalla maglia. La lentezza di quel buio di pochi secondi veniva poi violata dalla luce metallica, dallo sforzo.

Leggi Tutto »